Online il bilancio 2020 della Fondazione Paideia

In un anno segnato dall’emergenza sanitaria legata al Covid-19, la Fondazione Paideia ha rafforzato il proprio impegno a favore dei bambini con disabilità e delle loro famiglie. E’ quanto emerge dal bilancio 2020, pubblicato in questi giorni, che racconta un anno di progetti, attività e iniziative.

Nel corso dell’anno sono state 594 le famiglie supportate, un numero quasi raddoppiato rispetto a quello di due anni prima (nel 2018 erano stati seguiti 361 nuclei). Oltre alle attività “ordinarie”, in considerazione dell’emergenza sanitaria, sono state attivate iniziative di supporto specifiche, per essere il più possibile di aiuto a chi stava vivendo un momento difficile.

Grande impegno, inoltre, è stato dedicato al periodo immediatamente successivo al “lockdown”, con iniziative specifiche che hanno permesso ai bambini e alle famiglie di vivere esperienze di vacanza, svago e socializzazione.  Non è mancato, anche nel corso di un anno particolarmente difficile, l’impegno della Fondazione sul fronte culturale, per favorire i principi dell’accoglienza e dell’inclusione.

Il 2020 – racconta nell’introduzione Fabrizio Serra, Segretario Generale della Fondazione Paideiasarà ricordato come l’anno in cui il mondo ha vissuto la più grande emergenza sanitaria della storia recente. Non sappiamo con certezza gli strascichi che la pandemia porterà con sé, ma abbiamo chiaro che cosa caratterizza questo periodo storico: un senso di smarrimento, di paura, di impotenza e, per alcuni di noi, un sentimento di dolore per aver perso una o più persone care.

Diverse volte, specialmente nel corso del lockdown della scorsa primavera, mi sono trovato a pensare quanto questa situazione abbia avvicinato tutti noi a chi quotidianamente si confronta con limiti e difficoltà, in particolare i bambini con disabilità e le loro famiglie. Per molti di loro l’emergenza sanitaria ha rappresentato e continua a rappresentare un aggravarsi della fatica, una condizione di maggiore fragilità e un bisogno di sostegno straordinario.

Nel 2020 abbiamo cercato di fare la nostra parte per essere d’aiuto alle famiglie fin dai primi giorni. Dopo la chiusura forzata della primavera, in cui abbiamo riorganizzato le attività di supporto a distanza, siamo tornati a incontrare fisicamente i bambini e le famiglie per quanto possibile, per dare un loro segnale forte: “noi ci siamo, non siete soli”. Ed è la stessa voce che abbiamo sentito provenire con forza dai tanti sostenitori e volontari che in questi mesi hanno dato il loro supporto e la loro disponibilità, per essere vicini a chi ha più bisogno di aiuto. Perché insieme, anche davanti alle difficoltà più grandi e inattese, siamo più forti”.

 

Scarica il bilancio 2020 della Fondazione Paideia