Andrea e i suoi “4000 metri sopra il cielo” per i bambini

Una sfida sportiva arricchita dal valore della solidarietà. E’ l’impresa di Andrea, che sabato 24 luglio si cimenterà in quella che con gli amici Luisa e Alfonso del LUFO Movement, che lo aiutano nell’organizzazione, ha battezzato “4000 metri sopra il cielo”.

Partirò da None, dove vivo – racconta Andreae coprirò 4000 metri di dislivello in bicicletta. Non raggiungerò una cima di 4000 metri, ma mi rifarò alla specialità dell’everesting, in voga negli ultimi anni, che prevede di coprire una quota di dislivello totale prescelta con diversi segmenti di salita. Passando dalla strada statale 23 del Sestriere raggiungerò Pian dell’Alpe e quindi il Colle delle Finestre. Da lì scenderò nel versante opposto, a Meana di Susa, rifarò il Colle delle Finestre e dopo un cambio di bicicletta – passando dalla bici da strada alla mountain bike – raggiungerò la punta Ciantiplagna a quota 2849 metri. Un percorso totale di 110 chilometri per un dislivello in salita di circa 4000 metri”.

Un evento dal cuore solidale, che Andrea e LUFO Movement, in in sinergia con l’associazione “Ci sono anch’io” di Pinerolo e l’associazione “Smith Magenis Italia”, hanno scelto di dedicare ai bambini. Grazie ai fondi raccolti, infatti, verranno acquistate biciclette tandem pensate per l’utilizzo in sicurezza da parte dei bambini con disabilità seguiti dalla Fondazione Paideia, in compagnia dei loro genitori e dei volontari.

Abbiamo raccolto dalle famiglie – racconta Elena Grosso, responsabile delle attività sportive di Paideia – il desiderio di poter disporre di alcune biciclette adatte all’utilizzo con bimbi con disabilità. Per questo abbiamo scelto di dare vita alla creazione di un parco bici in Paideia che possa essere sia utilizzabile per giri nel weekend sulla ciclabile di Torino, sia prezioso per l’utilizzo durante alcuni progetti estivi che la Fondazione porta avanti. Il primo passo è stato fatto con l’arrivo di un tandem, donato dall’associazione “Ci sono anch’io”, speriamo sia solo il primo di una lunga serie!

Io sono sempre stato impegnato nel sociale – spiega Andrea – e mia moglie lavora con la disabilità da più di vent’anni, abbiamo sempre fatto parte di associazioni sul territorio e organizzato eventi di raccolta fondi. Ho pensato di unire sport e solidarietà perché credo assuma tutto un altro valore: bene l’azione sportiva, molti possono completare un 4000, ma il messaggio che deve passare è la sensibilizzazione rispetto a quel che vivono le famiglie con bambini con disabilità e che cosa è possibile fare per supportarle. Io sono solo un piccolo tassello in quella che mi aspetto essere una grande giornata di festa”.

Ad aiutare Andrea nell’organizzazione dell’evento gli amici Luisa e Alfonso, che con il loro LUFO Movement organizzano e promuovono attività di solidarietà. “Nel nostro tempo libero – raccontano – ci piace fare del bene. Si tratta di un percorso partito un anno e mezzo fa, quando abbiamo deciso che ci sarebbe piaciuto fare qualcosa per gli altri e abbiamo iniziato a coinvolgere i nostri amici e conoscenti in attività di raccolta fondi. Attorno a noi vediamo molta accoglienza ed entusiasmo: il non guadagnare ma dare agli altri è un guadagnare nello spirito, un’attività che ti arricchisce. Al termine di una giornata in cui hai donato ore agli altri, a chi ne ha più bisogno, non puoi che sentirti bene”.

La giornata del “4000 metri sopra il cielo” sarà una festa per tutti, nel desiderio di chi l’ha pensata. “Vorrei farmi accompagnare da chi vorrà unirsi – racconta ancora Andrea – per un po’ di tragitto insieme. Da None al Colle delle Finestre la strada è tutta asfaltata, quindi chiunque può venire a fare un pezzo di strada con noi. Al Colle poi ci sarà una mulattiera e chi vuole può venire fino in cima, alla croce sul Ciantiplagna, dove dopo 10 o 12 ore festeggeremo tutti insieme l’arrivo e, speriamo, un grande risultato di raccolta fondi per i bambini”.

Per supportare l’impresa di Andrea e per seguire tutti gli aggiornamenti sull’evento è possibile donare su

https://www.retedeldono.it/it/progetti/ci-sono-anchio-ets-odv-pinerolo/4000mt-soprailcielo

Grazie ad Andrea, a Luisa e Alfonso del LUFO Movement, alle associazioni “Ci sono anch’io”, “Smith Magenis Italia” e “VOL.A” per il supporto! Da parte nostra un grande in bocca al lupo per l’impresa!

Si ringrazia L’Eco del Chisone per l’utilizzo dell’immagine