19 giugno: ripartiamo per Paideia, di corsa!

Sabato 19 giugno torna La Mezza di Torino: dopo lo stop forzato dello scorso anno, grazie alla partnership tra Base Running e Rete del Dono si rinnova l’evento che coniuga sport e solidarietà, con un Charity Program che sosterrà i progetti promossi dalle organizzazioni non profit aderenti.

L’edizione 2021 si svolgerà la sera, con partenza alle ore 20 dal Parco del Valentino. Quest’anno, secondo le attuali regole federali anti Covid, i tesserati Fidal o in possesso di Run Card (acquistabile sul sito Fidal) potranno correre la 10 km e la 21 km. A differenza dello scorso anno, invece, non è possibile programmare la Charity Run 5km.

Nel 2020 grazie ai nostri runner e a tutte le persone che hanno scelto di essere al nostro fianco abbiamo offerto 162 ore di terapia ai bambini seguiti al Centro Paideia. Non abbiamo raggiunto l’obiettivo di 200 ore, ma ci siamo arrivati molto vicino. Adesso però abbiamo l’occasione di ripartire e noi vogliamo prenderla al volo…anzi di corsa! Ti unisci a noi? Puoi scegliere di correre o anche solo di sostenere il progetto, facendo il tifo per uno dei nostri runner solidali.

Abbiamo già alcuni runner pronti a partire, come Patrizia, con i suoi amici Roberto e Manuela:

Pur non essendo una campionessa adoro il podismo. Affronto questa nuova sfida con molto entusiasmo esattamente come ho affrontato con entusiasmo la sfida di mio figlio, seguito da Paideia. A questa avventura podistica si uniscono due cari amici, anche loro podisti per passione, Roberto e Manuela: insieme possiamo davvero fare la differenza! Paideia, i suoi volontari, le sue famiglie, hanno il nostro stesso entusiasmo e per questo non vediamo l’ora di poterli aiutare, anche attraverso questa nostra passione. Ci aiutate?”

Anche Alberto è pronto a partire e ha le idee chiare sull’obiettivo:

Quel giorno, non so proprio perché, decisi di andar a correre un po’”: con queste parole a chiunque ritorna alla mente la famosissima scena in cui Forrest Gump inizia a correre ininterrottamente per 2 anni, 3 mesi, 14 giorni e 16 ore. Giunto a quel lunghissimo rettilineo in mezzo a un deserto si ferma e con lui il gruppo che lo segue. Sono i suoi seguaci, letteralmente, gente che crede in lui ma non sa neanche perchè: non dice niente, corre e basta. In quelle sequenze si può riconoscere qualsiasi runner: non c’è un motivo particolare per farlo oppure ci sono tanti piccoli motivi che neanche sommati fanno una spiegazione. Oggi, tramite questa raccolta fondi, vorrei costituire il mio piccolo gruppo di amici e seguaci che vogliono supportarmi per poter regalare ore di terapia ai bambini della fondazione Paideia. Questa volta e in questa corsa il motivo c’è, aiutatemi ad arrivare al traguardo!

Sappiamo che questa sarà un’edizione diversa del solito, ma insieme possiamo renderla ugualmente speciale. Scopri di più su Ripartiamo per Paideia!