donazioni e tasse

Donazioni e tasse: facciamo chiarezza

Donare è un gesto di amore e di fiducia, che racchiude in sé una forma di reciprocità, perchè fa bene a tutti: a chi riceve la donazione perché permette di attivare interventi e progetti altrimenti irrealizzabili e a chi la fa perché trasforma i propri valori in azioni concrete di solidarietà, prendendo parte alla vita degli altri e regalando speranza. Donare è “fare”: ogni giorno in Paideia le donazioni si trasformano in un aiuto concreto per tanti bambini con disabilità e per le loro famiglie.

Le donazioni effettuate a favore delle Onlus e degli Enti del Terzo Settore, come Paideia, godono inoltre di importanti vantaggi fiscali. Secondo la legge italiana, infatti, in occasione della dichiarazione dei redditi, è possibile dedurre o detrarre le donazioni effettuate. Vediamo nel dettaglio come funziona.

Deduzioni e detrazioni: ecco come funziona

Che differenza c’è tra deduzione e detrazione?

La deduzione fiscale riduce il reddito imponibile. Scegliendo questa soluzione è possibile dedurre dal reddito complessivo le donazioni fatte a favori di enti del Terzo Settore non commerciali fino ad un massimo pari al 10% del reddito complessivo dichiarato, come previsto dal decreto legislativo 117/2017 (ex art. 83 comma 2).

La deduzione fiscale è una soluzione applicabile sia alle persone fisiche alle persone giuridiche. Nel caso delle persone giuridiche, se l’ammontare della deduzione è maggiore del reddito complessivo dichiarato, è possibile far slittare l’eccedenza fino al quarto periodo di imposta successivo.

La detrazione fiscale diminuisce l’imposta da pagare. Scegliendo questa soluzione è possibile detrarre dall’imposta lorda un importo pari al 30% delle erogazioni liberali effettuate a favore di Enti del Terzo Settore non commerciali, per un importo non superiore a 30.000 euro annui, come previsto come previsto dal decreto legislativo 117/2017 (ex art. 83 comma 1). La detrazione fiscale è una soluzione applicabile solo alle persone fisiche.

Le due agevolazioni sono alternative e non cumulabili tra loro.
Se non sai qual è la soluzione più adatta a te, rivolgiti al tuo consulente di fiducia o al tuo CAF.

Qual è la documentazione necessaria?

Che si tratti di deduzione o di detrazione fiscale, la documentazione necessaria per ottenere l’agevolazione fiscale deve essere costituita dall’attestazione della donazione che può corrispondere a:

  • ricevuta del versamento, se fatto tramite bollettino postale;
  • estratto conto bancario o postale, se la donazione è stata fatta con bonifico, carta di debito, assegno bancario o circolare, RID;
  • estratto conto della carta di credito.

Le donazioni in contanti, invece, non possono essere dedotte o detratte, perché non essendo tracciabili non godono per legge dei vantaggi fiscali.

Per qualsiasi dubbio o per ricevere il riepilogo delle tue donazioni puoi scriverci a sostenitori@fondazionepaideia.it oppure chiamarci allo 011-0462400.

Se vuoi offrire un aiuto concreto ai bambini con disabilità e alle loro famiglie puoi farlo qui