Ugualmente diversi: femminile e maschile a confronto con la disabilità

“Gli uomini vengono da Marte, le donne da Venere”, si diceva prima dell’avvento delle neuroscienze. Oggi studi recenti dimostrano che uomini e donne hanno cervelli diversi ma connessi e complementari: quello maschile ottimizzato per una efficace comunicazione all’interno di ciascun emisfero, quello femminile più forte nell’interazione tra un emisfero e l’altro. Nel contempo le culture da sempre hanno trovato dei propri modi per costruire le identità di “donne” e di “uomini” e di “madri” e di “padri”. Ma cosa succede quando queste differenze si trovano a convivere in una quotidianità in cui si vive la crescita di un bambino con disabilità?

Paideia organizza un incontro per esplorare le modalità in cui uomini e donne affrontano la vita, vivono esperienze e provano emozioni, attraverso un percorso caratterizzato da differenze, somiglianze e contraddizioni. L’incontro, a cura di Andrea Dondi, psicologo e psicoterapeuta, in collaborazione con Federica Liscio, Sabrina Ghersi e Andrea Zanusso, si terrà giovedì 17 ottobre dalle 18,30 alle 20,30, nello Spazio Incontri del Centro Paideia (via Moncalvo 1, Torino).

L’incontro è aperto ai genitori di bambini con disabilità che successivamente potranno iscriversi ad un ciclo di incontri di approfondimento specifico, secondo le modalità comunicate durante la serata. La partecipazione all’incontro di presentazione e al percorso in gruppo è gratuita, ma è necessario iscriversi entro lunedì 14 ottobre.

Per informazioni ed iscrizioni: Sabrina Ghersi – sabrina.ghersi@centropaideia.org o 011-0462400.