Etimologia del dono: un significato, tante storie

Ciò che si dà altrui volontariamente, senza esigerne prezzo, ricompensa o restituzione.
Partiamo da qui, da questa definizione di dono, per capire l’importanza di un gesto che può migliorare la vita di tanti bambini.

Perché donare

Qual è il senso del dono? Ogni volta che decidi di donare qualcosa all’altro, un piccolo pensiero, un po’ del tuo tempo o delle tue competenze, si apre uno spiraglio sulla reciprocità: è questo il segreto.

Donare fa bene a chi lo fa e a chi lo riceve: lo dimostrano le storie dei nostri volontari.

 

La storia di Massimiliano

Massimiliano ha iniziato per curiosità e ha scoperto che il gioco è il punto d’incontro di tutte le età.
> Leggi la sua storia

La storia di Gabriele

Gabriele ha scoperto che mentre ti prendi cura degli altri, ti prendi cura anche di te stesso.
> Leggi la sua storia

La storia di Diana

Diana ha scoperto la bellezza del confronto con i volontari più giovani e la grande carica può restituire un’attività di volontariato.
> Leggi la sua storia

La storia di Esmeralda

Esmeralda ha scoperto l’importanza di ‘abituare’ il nostro sguardo e allargare la propria visione.
> Leggi la sua storia

Con il 5×1000 donare è ancora più facile

Il volontariato è un’esperienza speciale, ma ci sono tanti altri modi per donare.
Il 5×1000, ad esempio: basta una firma per fare del bene.
Alla prossima dichiarazione dei redditi inserisci il codice fiscale della Fondazione Paideia 97552690014 nella casella di destinazione corrispondente: contribuirai a regalare un’estate fantastica a tanti bambini.

L’Estate Paideia è il progetto sostenuto da oltre 10 anni con i fondi del 5×1000: trovi tutti i dettagli nella sezione dedicata.