Fabrizio e Alice, di corsa per Paideia: “Tutti possiamo contribuire a rendere la nostra società un posto più bello e accogliente”

Fabrizio e Alice sono amici da moltissimi anni. Fabrizio è rientrato in Italia dopo un periodo trascorso in America e, con il suo entusiasmo travolgente, ha proposto ad Alice di correre con lui una 10 km, durante la Mezza maratona di Torino, in sostegno delle attività al Centro Paideia, per fare un gesto concreto verso la città.

Io e Alice correremo la 10 km all’interno della Mezza maratona di Torino, il 31 marzo.” Esordisce Fabrizio con tono deciso, e Alice commenta sorridendo: “Nonostante io fossi titubante all’inizio, Fabrizio è riuscito a coinvolgermi. Avevamo già fatto esperienza di volontariato insieme e quando è tornato dall’America e mi ha proposto una nuova sfida non ho potuto dire di no!”

All’estero questo genere di sfide che mischiano sport e raccolta fondi sono molto diffuse, ci racconta Fabrizio: “Io sono un giornalista e un arrampicatore, non sono un corridore, tuttavia nel 2016 North Face ha organizzato una gara di corsa in sterrato a Washington, dove vivevo in quel periodo. Facendomi coinvolgere da amici e colleghi statunitensi, ho deciso sia di correre che di organizzare una raccolta fondi a scopo benefico, utilizzando i social per darmi motivazione durante l’allenamento e raccogliere fondi per la mia causa. L’iniziativa ha avuto anche più riscontro di quanto mi aspettassi e ho deciso di impegnarmi di nuovo, coinvolgendo Alice. Lei non è allenata per correre molto, ma in fondo la sfida è proprio quella: una gara – anche con se stessi – per fare del bene.

Prima che Fabrizio partisse per l’America – continua Alice – avevamo fatto delle esperienze di volontariato e beneficenza insieme. Al ritorno mi ha parlato della sua esperienza americana proprio in un momento in cui io sentivo di aver bisogno di dare un mio contributo alla società, cercando vie nuove, e ringrazio Fabrizio per la sua proposta!”

La scelta di impegnarsi per la propria città e di devolvere il ricavato della loro impresa alla attività del Centro Paideia è legato a ragioni personali: “Tornato in Italia mi è venuta voglia di fare qualcosa per dare un contributo alla mia città, come cerco di fare quotidianamente scrivendo. Ho deciso di fare un gesto concreto: abbiamo scelto di devolvere i fondi a un Centro che opera nella quotidianità della città ci spiega Fabrizio.

Torino è la mia città e il fatto di scegliere qualcuno che si occupa di bambini è legato alla mia esperienza come mamma. Conosciamo la Fondazione Paideia per la sua serietà e siamo felici di contribuire a sostenere il progetto del Centro Paideia” aggiunge Alice. “Chi mi conosce sa che la mia vita è pienissima tra il lavoro e la mia bimba Francesca e credo tanti mi chiederanno dove trovo il tempo per questa nuova sfida: io e Fabrizio useremo i social per raccontare i nostri allenamenti sensibilizzando e coinvolgendo quante più persone possibili.”

 “Quello che ci piacerebbe dimostrare è che, anche con un piccolo gesto, tutti possiamo contribuire in qualche modo, per rendere la nostra società – partendo magari dalla città in cui viviamo – un posto più bello e accogliente. Con po’ di allenamento tutti possiamo correre una 10 km: la sfida è alzarsi dal divano e mettersi in gioco” conclude Fabrizio.

Vuoi sostenere anche tu l’impresa di Fabrizio e Alice? Ecco come fare: https://www.retedeldono.it/it/iniziative/fondazione-paideia/fabrizio.goria/running-4-paideia