Anche quest’anno il cinema si tinge di blu: arriva Cinemautismo

Cinemautismo, la prima rassegna cinematografica italiana dedicata all’autismo e alla sindrome di Asperger, torna anche quest’anno a colorare di “blu” – colore simbolo dell’autismo – la città di Torino con quattro giornate di cinema e incontri, dall’1 al 4 aprile al Cinema Lux, al Cinema Massimo e al Cecchi Point Hub Multiculturale.

Il programma dell’ottava edizione, che propone un’attenta selezione di pellicole tematiche provenienti da tutto il mondo di cui quattro in anteprima nazionale, è curato da Marco Mastino e Ginevra Tomei e organizzato dall’Associazione Museo Nazionale del Cinema, grazie alla collaborazione e al sostegno di Fondazione Paideia Onlus, Gruppo Asperger Onlus e Angsa Piemonte Onlus sez. di Torino e al sostegno di Fondazione CRT.

Per il primo appuntamento di venerdì 1 aprile è in calendario l’anteprima italiana del film americanoThe Odd Way Home di Rajeev Nirmalakhandan, pellicola on the road incentrata sul rapporto di amicizia che nasce tra Duncan, giovane commesso con Sindrome di Asperger, e Maya, ragazza dal difficile passato (ore 20.30, Cinema Lux).

La serata di sabato 2 aprile, che è la Giornata Mondiale della Consapevolezza dell’Autismo, sarà incentrata sul punto di vista delle persone con autismo e sul loro modo di vivere le emozioni e le relazioni: in anteprima, verrà proiettato Autism in Love di Matt Fuller, documentario presentato all’ultimo Tribeca Film Festival. La pellicola sarà preceduta da una selezione di cortometraggi provenienti dal 3° ASFF – Asperger Film Festival di Roma, primo concorso cinematografico organizzato con la partecipazione di ragazzi con Sindrome di Asperger (ore 20.30, Cinema Massimo).

La terza giornata di domenica 3 aprile vedrà una doppia proiezione presso il Cecchi Point Hub Multiculturale. Nel pomeriggio ci sarà l’anteprima italiana del documentario americano Dad’s in Heaven with Nixon di Tom Murray sul fratello autistico Chris, pittore affermato, e sulla figura del padre Thomas Murray II, affetto da disturbo bipolare (ore 16.30, Cecchi Point). La sera sarà la volta diJack of the Red Hearts di Janet Grillo, regista americana già conosciuta al pubblico di cinemautismo per Fly Away, presentato nel 2013. Il film, in concorso nel 2015 alla Festa del Cinema di Roma, è incentrato su Jack, una ragazza difficile, che, per sfuggire ai servizi sociali, inizia a lavorare come educatrice di una bambina autistica scoprendo così un mondo a lei sconosciuto (ore 20.30, Cecchi Point).

Nella serata finale di lunedì 4 aprile, la rassegna si chiuderà con la proiezione, in anteprima italiana, del lungometraggio X+Y di Morgan Matthews. La pellicola britannica narra la storia del giovane Nathan, con Sindrome di Asperger, che riesce ad affrontare le proprie difficoltà e a costruire dei rapporti sinceri grazie alla sua passione per la matematica (ore 20.30, Cinema Lux).

I cinema “in blu” di cinemautismo:
Cinema Lux, Galleria San Federico 33
Cinema Massimo, Via Verdi 18
Cecchi Point Hub Multiculturale, Via Antonio Cecchi 17/21

Ingresso libero a tutte le proiezioni sino a esaurimento dei posti disponibili in sala.

  • Oltre al suo programma cinematografico, cinemautismo collaborerà con l’Associazione Fotografica Istantanee Sociali, L’Associazione di Idee e Angsa Piemonte per due diverse iniziative:
    la prima prevede l’illuminazione della Galleria San Federico – nelle serate di apertura e di chiusura della rassegna – con lampadine blu azionate dall’energia di alcune biciclette predisposte per l’occasione;
  •  la seconda è una mostra di fotografie realizzate da ragazzi con autismo che inaugurerà sabato 2 aprile presso il Social Fare – Centro per l’innovazione sociale (Via Maria Vittoria 38) e resterà aperta per le successive due settimane.

In linea con il suo obiettivo di diffondere la conoscenza dello spettro autistico attraverso la settima arte, cinemautismo organizza, inoltre, in collaborazione con l’Associazione Omphalos Onlus, la terza edizione di “cinemautismo Marche”: un appuntamento di cinema itinerante che toccherà vari luoghi della Regione Marche. Visto il successo delle scorse edizioni, anche quest’anno gli appuntamenti marchigiani si terranno in luoghi diversi: dopo l’inaugurazione con The Story of Luke di Alonso Mayo, il 1° aprile a Civitanova Marche, sarà il turno di Mabul di Guy Mattiv che verrà presentato – assieme al cortometraggio Fixing Luka di Jessica Ashman -, il 4 aprile a Fano, il 7 aprile ad Ancona e l’11 aprile a Fermo.

Per informazioni ulteriori informazioni: www.cinemautismo.it